Sporco Lobbista – Il blog di Fabio Bistoncini

Soldi e partiti

Pubblicato il 25/05/2016 & archiviato in In evidenza, Politica
openpolis_8

openpolis_8

Openpolis ha appena pubblicato un mini dossier che analizza i bilanci dei principali partiti italiani dell’ultimo biennio.

La fine infatti del finanziamento pubblico, attraverso l’abbandono graduale del meccanismo dei rimborsi elettorali, ha determinato la necessità di ridurre la capacità di spesa del sistema politico.

Il dossier è molto chiaro perché permette un confronto tra i singoli partiti ma offre allo stesso tempo una visione di sistema.

Ad esempio mostra come la “scure” dei tagli si è abbattuta principalmente sull’acquisto di beni e servizi e sui contributi alle altre associazioni (leggasi partiti europei o realtà locali).

I partiti italiani, nel loro complesso, nel 2014 hanno ridotto le spese di un 44-45% rispetto all’anno prima.

Non solo, ma anche le voci che sembrano essere in controtendenza come quelle del personale …crescono solo perché aumentano le uscite destinate al trattamento di di fine rapporto e trattamenti in quiescenza.

Una cura dimagrante serrata, dunque.

Ma lo sforzo non può concentrarsi solo sul lato delle spese.

Perché è sulla strutturazione di nuove forme di finanziamento il terreno su cui i partiti dovranno concentrare i loro sforzi.

Anche in questo caso i dati raccolti sono molto rilevanti.

Ma, come sottolinea il dossier, il quadro, per essere completo, deve tenere conto anche dei bilanci di fondazioni e think tank, collegate ai partiti o a loro esponenti, e sui bilanci dei gruppi parlamentari.

Tutti pezzi fondamentali per ricostruire la relazione tra il potere politico e chi lo finanzia.

Lo studio è molto ben fatto.

E fotografa quanto sta accadendo.

Stiamo infatti assistendo ad un cambiamento epocale del nostro sistema politico.

Alla fine del quale avremo, forse, nuovi modelli organizzativi della forma partito e, quindi un diverso modo di interpretare l’azione politica.

Oltre che sui link sopra indicati il dossier lo trova anche qui.

 

 

Vent'anni da sporco lobbista

Vent'anni da sporco lobbista

Da quando ho cominciato a fare il lobbista, forse. Ritagli di giornali, discorsi a convegni, appunti in varie moleskine dalla copertina ormai consunta, file di testo, che mi trasferivo da un computer ad un altro... In queste pagine ho cercato di condensare una serie di riflessioni su ormai vent'anni di vita professionale.

Ultimi post dal blog

Donald Trump

La NRA per Donald Trump

La NRA (National Rifle Association), il gruppo d’interesse che da sempre difende il diritto di possesso e utilizzo delle armi da fuoco, ha deciso di sostenere con grande forza Donald Trump nella campagna elettorale per la Presidenza degli Stati Uniti. Nei giorni scorsi si è infatti tenuto il consesso annuale dell’associazione dove la decisione è stata ufficializzata. […]

zzz3

Comunali 2016

  Ancora qualche commento sui dati relativi agli ultimi sondaggi politico elettorali relativi alle elezioni comunali, che si svolgeranno ormai tra meno di due settimane. Come campione di riferimento questa volta prendiamo gli ultimi due presenti sul sito ufficiale, gestito dalla Presidenza del Consiglio dove, per legge, devono essere depositati i sondaggi destinati alla pubblicazione o comunque  a una […]

Fb Lab

Ancora sullo studio di FB Lab e i 5 Stelle

Aumentano gli articoli dedicati al rapporto condotto dal nostro centro studi FB Lab sul Movimento 5 Stelle. Ed in particolare sui voti e gli atteggiamenti tenuti dai suoi gruppi parlamentari. Dopo l’articolo del Professore D’Alimonte su Il Sole 24 Ore, nel giro di pochi giorni se ne sono occupati, con tagli e impostazioni diverse: il 16 maggio: Maurizio […]

Chi sono

Fabio Bistoncini

Fabio Bistoncini è fondatore e partner di FB e Associati, società nata nel 1996, che si occupa di advocacy e lobbying. Docente in Master e Corsi di Laurea, autore di numerosi articoli. Dal 2003 al 2007 è stato Vice Presidente FERPI. È autore del libro "Vent'anni da sporco lobbista" (Guerini e Associati, 2011).