Sporco Lobbista – Il blog di Fabio Bistoncini

Pubblicato da Fabio Bistoncini il 04/08/2015 & archiviato in In evidenza, Lobbying

Come sta andando il mercato del lobbying negli USA

Schermata 2015-08-04 alle 11.47.55

Opensecrets ha, da poco, pubblicato i dati dell’andamento del mercato del lobbying negli USA, aggiornandoli al 30 giugno 2015.

Ricordo che l’elaborazione si basa sulle dichiarazioni che i gruppi d’interesse devono fare ai competenti uffici del Congresso.

Ne emerge un quadro a luci ed ombre.

In generale, il secondo semestre di quest’anno ha visto un calo sostanziale degli investimenti in lobbying, non solo rispetto ai primi tre mesi: anzi è stato il peggiore secondo trimestre dal 2010 (con l’eccezione del 2013).

In questo scenario ci sono delle eccezioni: alcuni gruppi d’interesse hanno mostrato un grande attivismo, con un conseguente incremento delle spese.

Tra questi, colossi del settore aerospaziale e della difesa (BoeingNorthrop Grumman) e l’American Medical Association,  la più grande associazione di medici e studenti di medicina degli Stati Uniti.

La spiegazione è abbastanza semplice ed è dettata dall’agenda politica: il Congresso o settori dell’amministrazione governativa stanno affrontando delle tematiche che hanno dirette ripercussioni sull’attività di questi gruppi che, pertanto, si sono attivati per influenzare il processo decisionale.

Per quanto riguarda invece il calo complessivo del mercato, Opensecrets riporta l’opinione di Robert Hay, executive director dell’Association of Government Relations Professionals.

Secondo cui, da un lato ci sono delle difficoltà nell’interpretazione della normativa del 2007 che ha rivisto complessivamente le modalità con cui i lobbisti devono dichiarare la propria attività.

Dall’altro prosegue la tendenza dei gruppi d’interesse di spostare la propria azione d’influenza dal livello federale a quello dei singoli Stati.

Un dato, questo, molto interessante.

In un successivo post analizzerò l’andamento delle società di consulenza.

Post correlati

Lascia un commento